Come abilitare e gestire i commenti

In questo video esploreremo come utilizzare i commenti per coinvolgere i tuoi visitatori nella conversazione.

I commenti consentono ai tuoi lettori di rispondere ai tuoi post e interagire con te. Ciò offre ai tuoi lettori l’opportunità di condividere i propri pensieri o domande sul contenuto dei tuoi post. I tuoi lettori possono anche fornire collegamenti ad altre risorse utili, generare discussioni o semplicemente complimentarsi per il tuo post ben scritto.

La sezione “Attività” sulla dashboard ci informa che ci sono due nuovi commenti in risposta ai nostri post sul blog, i commenti in attesa di moderazione sono evidenziati per attirare la tua attenzione.

Da qui possiamo facilmente approvare, rispondere, modificare, contrassegnare questo commento come spam o spostarlo nel cestino.

I commenti precedentemente approvati possono anche essere disapprovati in qualsiasi momento.

Questo commentatore ha scritto accidentalmente in modo errato il nome della nostra azienda, quindi modificherò questo commento correggendo l’errore di battitura e lo approverò, facendo clic sul pulsante “Aggiorna”.

Il link “Visualizza” ci porterà alla visualizzazione pubblica del post su cui apparirà questo commento, ora che sono attualmente loggato, noterai che WordPress mi riconosce e mi presenta solo il campo “Commento”, ma se mi disconnetto vedremo il modulo di commento come appare ai nostri visitatori: con un nome e un’e-mail come campi obbligatori da inserire.

Questo ti dà un ulteriore livello di sicurezza prima che qualcuno possa pubblicare un commento sul tuo blog.

Nell’area di amministrazione, la schermata dei commenti è la sezione da cui puoi eseguire tutte le stesse funzioni oltre a poter modificare in blocco i commenti.

Più commenti possono essere non approvati e approvati contemporaneamente, contrassegnati come spam o spostati nel cestino.

Nella parte superiore del sottopannello dei commenti puoi filtrare i commenti o persino cercare un commento specifico.

I commenti possono essere controllati e regolati attraverso l’uso di filtri per lingua e contenuto e possono anche essere messi in coda per l’approvazione prima che siano visibili sul tuo sito web.

Questo è utile per bloccare lo spam nei commenti che purtroppo può diventare una vera seccatura.

Per modificare queste impostazioni, visita il sottopannello “Discussione” sotto le impostazioni.

Ci sono molte opzioni qui: per impostazione predefinita, WordPress avviserà altri blog ogni volta che crei un collegamento a quel sito in uno dei tuoi post o pagine. Questi avvisi sono chiamati pingback e trackback, e allo stesso modo puoi scegliere di consentire queste notifiche di collegamento da altri blog ogni volta che si collegano al tuo sito.

È una buona idea consentire alle persone di pubblicare commenti sui tuoi articoli per impostazione predefinita: è così che coinvolgi il tuo pubblico e crei un senso di community sul tuo sito.

Se preferisci, puoi anche sovrascrivere queste impostazioni per articoli specifici. Normalmente richiedo agli autori dei commenti di compilare il loro nome e indirizzo e-mail, ma di solito non richiedo che si registrino e accedano al mio sito solo per pubblicare un commento.

Puoi chiudere automaticamente i commenti sugli articoli dopo un certo numero di giorni e, per rispettare la privacy dei tuoi visitatori, è una buona idea chiedere loro di acconsentire all’uso dei cookie che consentono di commentare.

Puoi anche abilitare commenti nidificati fino a 10 livelli di profondità: questo aiuta le persone a visualizzare le risposte a un particolare commento come gruppo invece che distribuite in un’intera pagina.

Se il tuo blog diventa molto popolare, potresti voler suddividere i tuoi commenti in più di una pagina e, in tal caso, puoi scegliere di visualizzare i tuoi commenti con il commento più vecchio o il più recente in alto.

Potresti voler essere avvisato via e-mail ogni volta che qualcuno pubblica un commento o almeno quando un commento è in attesa della tua approvazione, e, parlando di approvazione, prima che un commento venga pubblicato sul tuo sito, puoi scegliere di far approvare manualmente da un amministratore ogni singolo commento, oppure puoi scegliere di approvare automaticamente i commenti a condizione che il visitatore abbia avuto almeno un commento precedentemente approvato sul tuo sito.

Una caratteristica molto comune dei commenti spam è che spesso contengono più link, quindi potresti voler approvare manualmente i commenti che contengono due o più collegamenti.

Puoi anche trattenere i commenti per moderazione se contengono una qualsiasi delle parole che inserisci in questo campo e, se vuoi fare un passo avanti, puoi inserire un elenco di parole spam comunemente usate nel campo “parole non ammesse nei commenti”.

I commenti che contengono una di queste parole verranno automaticamente contrassegnati come spam anziché essere semplicemente trattenuti per la moderazione.

Infine puoi abilitare o disabilitare gli avatar, le piccole icone o immagini che appaiono accanto ai commenti di una persona sui tuoi articoli.

Puoi scegliere una grandezza massima per queste immagini del profilo e persino selezionare un avatar predefinito da utilizzare se il commentatore non ne ha creato uno proprio.

E a proposito, se non hai già creato un’immagine del profilo per te stesso, assicurati di visitare gravatar.com e crea il tuo avatar oggi stesso.

Quindi, ogni volta che pubblichi un commento su qualsiasi sito web basato su WordPress, il tuo avatar apparirà accanto al tuo commento.

Con queste impostazioni sarai pronto a coinvolgere i tuoi lettori in una significativa conversazione bidirezionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

80% DI SCONTO

Il Miglior Hosting WordPress by Register.it in promozione esclusiva solo su SOS WP!

Non troverai questa offerta da nessun'altra parte su Internet!