Come creare un sito web in WordPress

creare sito web vetrina + blog wordpress

Hai deciso di creare un sito web e magari stai valutando di usare WordPress? Non potresti aver fatto scelta migliore! Al giorno d’oggi, sapere come creare e gestire un sito web per promuovere i tuoi prodotti o servizi è essenziale.

Una buona presenza online ti permetterà di avere maggiore credibilità ed espandere la tua clientela attuale e nuova.

Senza dubbio, WordPress è la piattaforma ideale per creare un sito web vetrina, e-commerce, multilingua o anche solo blog: realizzare il sito sarà abbastanza veloce, richiederà un investimento molto contenuto e, per quanto riguarda la gestione dei contenuti pubblicati sul web, ti permetterà di essere indipendente nel lungo termine. Potrai diventare blogger di successo affidandoti ad uno strumento davvero semplice e funzionale al tempo stesso.

E’ però giusto dire che l’investimento (sia in termini monetari che di tempo) varia a seconda della natura ed entità del progetto.

Allo stesso modo, per quanto sia facile da usare, WordPress è un software che include innumerevoli funzionalità: per questo motivo, dovrai senza alcun dubbio investire un po’ di tempo nell’imparare ad usarlo, così da poterti muovere agilmente all’interno della piattaforma.

Un altro aspetto da considerare è che, per quanto sia semplice il sito web che vuoi realizzare, lo sviluppo di una piattaforma online è comunque un progetto abbastanza articolato, che richiede di lavorare su diversi elementi. 

E’ quindi opportuno avere un piano, una scaletta di cose su cui lavorare.

Con questa guida voglio fornirti proprio questo: un piano di azione dettagliato sulle varie fasi dello sviluppo di un sito vetrina + blog su WordPress.

Troverai tutti gli step del progetto: dalla fase iniziale agli ultimi accorgimenti in vista del lancio del sito.

Non ci resta che iniziare.

Come creare un sito web in WordPress:

Il segreto per avere successo online è identificare una nicchia nella quale posizionarsi.

Se il tuo obiettivo è creare un sito web vetrina + blog per la tua azienda, inizia facendoti queste domande:

  • Quale problema/esigenza specifica va a risolvere il tuo prodotto?
  • Chi è il tuo cliente tipo?
  • Qual è l’aspetto che differenzia la tua azienda da tutte le altre che operano nello stesso settore?
  • Qual è lo stile di comunicazione del tuo marchio?

Rispondi a queste domande e tienile bene in mente durante tutto il progetto. Ti serviranno come linea guida per sviluppare una presenza online che sia coerente con l’immagine della tua azienda.

1. Scegli il nome del sito:

Ora che hai in mente come vuoi che la tua azienda appaia online, devi scegliere il nome del sito (questo sarà poi il dominio/URL vero e proprio).

In linea generale, un sito aziendale dovrebbe avere lo stesso nome dell’attività.

In alternativa, scegli un nome descrittivo che fa capire molto chiaramente il tipo di servizi/prodotti offerti.

Un sito vetrina ha lo scopo di aiutarti a trovare nuovi clienti. Almeno che tu non operi in un settore dove la creatività rappresenti un vero punto di forza, cerca di scegliere il nome più chiaro e semplice da ricordare possibile.

Per altri consigli sulla scelta del nome per il tuo sito web, clicca qui.

2. Compra un dominio e uno spazio hosting per WordPress:

Dopo che hai scelto il nome del sito, dovrai acquistare il dominio vero e proprio. Il dominio è l’URL – cioè, l’indirizzo web – che gli utenti digiteranno nella barra di ricerca per trovare le tue pagine.

Anche in questo caso, prendi del tempo per riflettere su quale estensione acquistare. L’estensione è la parte finale dell’URL. Per esempio, .com, .it, .net, eccetera.

I domini con estensione .com, .net, .info sono detti top level domains, in quanto non sono associati ad una particolare area geografica.

Estensioni localizzate come .it, e .fr vengono associate da Google ad un particolare paese.

In linea generale, evita di acquistare dominio con estensione localizzata a meno che tu non voglia effettivamente targetizzare quella specifica area geografica.

Se hai un’attività che opera in Italia, ti consiglio di acquistare almeno due domini:

  • quello con estensione .it, per targetizzare il pubblico italiano
  • quello con estensione .com, per assicurarti di avere il top level domain per eccellenza.

Congiuntamente al dominio, consiglio di acquistare anche il piano di hosting.

Il piano di hosting è effettivamente una licenza ad usare lo spazio su uno dei server di proprietà del provider che hai scelto.

Esistono moltissimi hosting provider, che a loro volta offrono tanti piani diversi.

Nella stragrande maggioranza dei casi, il piano di hosting ideale per chi vuole creare un sito web vetrina + blog su WordPress è di tipo Linux con pannello di controllo cPanel.

Un piano di questo tipo permette di usare le applicazioni per l’installazione guidata di WordPress, accedere al file manager per gestire i file caricafi sul tuo server manualmente, creare indirizzi email, eccetera.

Questi pacchetti hanno un costo piuttosto contenuto; in media, un piano di hosting di buona qualità ha una costo di €50/anno (molti provider includono gratuitamente anche il dominio .com per il primo anno).

Uno dei provider più validi che ho testato ultimamente, da cui puoi acquistare sia dominio che piano di hosting è SiteGround ma ci sono anche GoDaddy e Bluehost fra i miei preferiti. Per maggiori informazioni su questo servizio, leggi la mia recensione sull’hosting Siteground.

Dominio e Hosting su Siteground

3. Esegui l’installazione di WordPress:

Dopo che hai acquistato dominio e piano di hosting, dovrai ovviamente installare WordPress ed ecco qui il mio video su come farlo passo passo.

Se hai scelto un hosting provider che usa cPanel, questo passaggio sarà estremamente semplice.

All’interno del tuo pannello di controllo, troverai un’applicazione (QuickInstall, Fantastico o equivalente) per l’installazione della piattaforma.

Seplicemente, segui i passaggi e compila tutti i campi richiesti.

Fai principalmente attenzione a due aspetti:

  • Se vuoi creare un sito in italiano, assicurati di selezionare come lingua di installazione ovviamente l’italiano. Questo è molto importante. Infatti, plugin e temi (se disponibili) saranno anch’essi installati automaticamente in italiano .
  • Prendi nota dello username, password ed indirizzo email che inserisci per l’utente admin. Queste sono infatti le credenziali che userai per accedere alla piattaforma.

Fatti tutti questi passaggi, avvia l’installazione. Al termine, il tuo sito WordPress sarà già visibile sul web con uno dei template default (attualmente Twenty Sixteen).

4. Passi successivi consigliati:

Quando installi WordPress per la prima volta, ci sono due passaggi aggiuntivi che ti consiglio di fare.

Il primo serve a scoraggiare i motori di ricerca dall’indicizzare il tuo sito. Se ti appresti a creare un sito completamente nuovo, è probabile che avrai bisogno di qualche giorno per creare e caricare tutti i contenuti.

In questo caso, WordPress ha una funzionalità per bloccare l’accesso al sito ai robots dei motori di ricerca ed evitare che le tue pagine vengano indicizzate con i contenuti temporanei.

Per attivare questa funzionalità, all’interno della Bacheca naviga in Impostazioni > Lettura e spunta la voce “Scoraggia i motori di ricerca ad effettuare l’indicizzazione di questo sito”.

In questo caso, è importante notare due aspetti:

  • La prima cosa, è che ti consiglio di creare i contenuti per le pagine prima di iniziare a realizzare il sito. Ovviamente, è meglio bloccare l’accesso ai robot per il minore tempo possibile. Preparare i testi in anticipo ti permetterà di caricarli più velocemente.
  • La seconda è che dovrai ovviamente ricordarti di rimuovere la spunta da questa opzione una volta che il tuo sito è pronto per essere indicizzato.

Un altro aspetto da considerare è la messa in manutenzione del tuo sito.

Se vuoi che, nei giorni in cui configuri il tuo sito WordPress, questo non sia visibile pubblicamente, installa un plugin per metterlo in manutenzione e pubblicare una schermata con un messaggio a tua scelta. Qui trovi un’ampia scelta di plugin per implementare questa funzionalità.

5. Cominciamo la creazione del tuo sito web:

Ora che hai acquistato dominio e hosting, ed hai installato WordPress, possiamo passare alla creazione del sito web stesso.

Come forse già saprai, i siti WordPress vengono costruiti utilizzando un tema. Un tema è effettivamente la veste grafica del tuo sito. E’ però anche qualcosa in più: ciascun tema è ottimizzato per l’implementazione di particolari funzionalità.

Per esempio, ci sono temi più adatti alla creazione di siti e-commerce, altri perfetti per i portali di notizie.

Per questo motivo, è fondamentale che, prima di acquistare un template, tu decida quali sono le funzionalità principali che dovranno essere supportate. Per esempio:

  • Vuoi creare un sito ecommerce? (in questo caso sceglierai un tema compatibile con WooCommerce)
  • Vuoi creare un sito multilingua? (in questo caso sceglierai un tema compatibile con WPML)
  • Vuoi creare un sito di recensioni? (cerca un tema che abbia magari questa funzionalità già integrata).

Prenditi qualche minuto per fare una lista di tutte le funzionalità chiave del tuo sito.

6. Ora devi scegliere un tema WordPress:

Fatto questo, puoi passare alla ricerca del tema vero e proprio.

Semplicemente, visita un sito come Themeforest e cerca un template che abbia le funzionalità che hai individuato, o che sia compatibile con i plugin per implementarle.

Questo è ovviamente il punto di partenza. Fatta una selezione dei temi che soddisfano le tue esigenze base dovrai guardare altri aspetti:

  • Per prima cosa, che si tratti di un tema affidabile (tanti download, recensioni positive, eccetera)
  • Che abbiamo uno stile in linea con l’immagine della tua attività
  • Che sia responsive (cioè, perfettamente visibile anche su mobile e tablet).

Questi sono solo alcuni aspetti da considerare. Per approfondire come trovare il tema ideale per il tuo nuovo sito WordPress, leggi questo articolo.

Se per la tua nicchia specifica non trovi alcun tema che ti soddisfi particolarmente, puoi utilizzarne uno multipurpose (cioè, adatto a diverse tipologie di sito). Due template che sicuramente non ti deluderanno sono Enfold ed Avada.

tema enfold WordPress

Forse ti starai domandando: perché non usare uno dei temi gratuiti disponibili sul sito ufficiale WordPress?

La risposta è semplice: perché nella maggior parte dei casi i temi premium sono più flessibili, potenti e meglio supportati nel lungo termine. Per approfondire anche questo argomento, leggi qui.

7. Come installare un tema WordPress e configurarlo:

Quando hai scelto ed acquistato il tuo tema preferito, dovrai installarlo. Semplicemente, accedi alla tua Bacheca WordPress e vai in Aspetto > Temi > Aggiungi nuovo > Caricare e fai l’upload della cartella .zip del tuo template.

Per una guida dettagliata su come installare i temi WordPress, clicca qui.

Una volta installato il tema, dovrai iniziare a configurarlo.

Tutti i temi hanno un funzionamento ed opzioni differenti. I principali aspetti su cui lavorare sono:

  • Combinazione colori
  • Font
  • Layout delle pagine (cioè, posizione delle sidebar)
  • Logo e barra di navigazione

e molti altri ancora.

8. Impostazione permalink:

Un aspetto su cui ti consiglio di lavorare immediatamente, appena installi il tema, sono i permalink.

Quando installi WordPress, i permalink sono configurati per default in modo da includere il pageID delle pagine.

Questa configurazione non è però ottimale. Naviga quindi in Impostazioni > Permalink, seleziona “post name” e salva.

impostazioni permalink wordpress

Per approfondire questo argomento, leggi questa guida.

9. Installare i plugin necessari:

Dopo che hai configurato tema e permalink, potrai iniziare ad installare i primi plugin.

Ci sono alcuni plugin che consiglio di installare su tutti i siti. Servono infatti ad implementare delle funzionalità molto importanti per qualunque piattaforma WordPress. Eccoli qui:

Akismet

Akismet è un plugin talmente importante che, spesso, viene installato automaticamente assieme a WordPress stesso. Naviga nella sezione Plugin del tuo sito e verifica se è già presente (se non lo è, installalo quanto prima).

Una volta attivato, Akismet serve a proteggere il tuo sito da commenti indesiderati. Per altri strumenti che proteggono il tuo sito dallo SPAM, leggi questo post.

WordPress SEO by Yoast (ora Yoast SEO)

Quando crei contenuti per il tuo sito, è importante che questi siano ottimizzati in chiave SEO, cioè, per i motori di ricerca.

Una delle tecniche principali per ottimizzare i testi è l’inserimento delle parole chiave.

WordPress SEO by Yoast è uno strumento che ha moltissime funzionalità, e ti servirà da guida per ottimizzare tutte le tue pagine e post. Assicurati quindi di utilizzarlo fin dall’inizio.

Se ti interessa imparare ad usare questo plugin, leggi la guida in italiano a SEO by Yoast.

WordPress by Yoast

10. Ora passiamo alla creazione delle pagine del tuo sito web:

Dopo che hai configurato gli aspetti principali del tuo tema ed installalo i plugin fondamentali, il prossimo passo per creare un sito web vetrina con blog in WordPress è la creazione delle pagine statiche.

Le pagine statiche sono i contenuti fondamentali del tuo sito. Quelli che saranno sempre visibili agli utenti e che aggiornerai senza dubbio con meno frequenza del blog.

Queste pagine servono a far conoscere la tua azienda, la sua mission ed i prodotti offerti.

Vediamo quali sono le pagine statiche principali:

– Homepage

A questo punto, ti consiglio di creare anche una pagina chiamata Home. Potrai configurarla in seguito, però averla creata ci servirà per assegnarla come pagina iniziale del tuo sito.

– About / Chi Sono

Questa è la vera e propria presentazione di te stesso o della tua azienda. Qualunque sito web, vetrina o blog, dovrebbe averne una.

Inserisci informazioni che permettano agli utenti di conoscerti meglio. Per esempio, la data di fondazione della tua azienda, il perché della sua nascita, il tipo di clientela a cui ti rivolgi, eccetera.

– Prodotti/ Servizi

Se vuoi che il tuo sito web vetrina ti aiuti ad espandere la tua cerchia di clienti, non può mancare una pagina dedicata a presentare i tuoi prodotti/servizi.

Anche qui, includi tutte le informazioni di cui potrebbe avere un potenziale clienti.

Se offri prodotti a costo fisso, considera anche l’idea di includere una tabella prezzi (due plugin validi per aggiungere questo elemento sono Pricing Table e Easy Pricing Tables by Fatcat Apps).

– Portfolio

Lo dice il nome stesso: un sito vetrina serve a presentare i tuoi servizi ed il tuo lavoro.

Dovrai quindi creare una pagina portfolio, dove mostri una selezione dei tuoi progetti.

Molti dei migliori temi WordPress hanno già diverse funzionalità integrate per aggiungere alle pagine elementi portfolio.

– Contatti

Infine, le quarta pagina statica non può mai mancare su qualunque sito web è quella dei contatti.

Qui dovrai inserire:

  • Un form di contatto che gli utenti possono usare per inviarti richieste dal tuo sito (il plugin in assoluto migliore per aggiungere moduli di contatto è Contact Form 7)
  • I tuoi recapiti email, Skype ed eventualmente anche telefonici per permette agli utenti di contattarti direttamente
  • Se gestisci un’attività locale inserisci anche la mappa Google con la tua posizione.

Contact Form 7

11. Creare un blog sul tuo sito WordPress:

Qualunque sito web dovrebbe avere un blog. I contenuti gratuiti – come i post – sono infatti estremamente efficaci per farti conoscere, aumentare la credibilità della tua attività e trovare nuovi clienti.

I passi per creare un blog sul tuo sito WordPress, con l’obiettivo di diventare un blogger di successo, sono molto semplici:

  • Per prima cosa, crea una pagina chiamata, appunto, Blog.
  • Quindi, naviga in Aspetto > Personalizza e, in corrispondenza del campo “Pagina Iniziale Statica” seleziona la pagina Home che abbiamo appena creato.
  • Apparirà ora la voce: “Pagina Articoli”. Qui scegli, appunto, la pagina chiamata Blog. Ora tutti i tuoi nuovi post saranno pubblicati automaticamente sul blog.

12. Scrittura e caricamento dei primi post:

Quando hai configurato il tuo blog (dipende dal tema che stai usando, ma solitamente trovi tante opzioni anche nelle pagina di configurazione del template), ti suggerisco di creare almeno 5 post. E’ infatti importante che chi visita il tuo sito trovi dei contenuti.

Se vuoi creare un sito web con un blog per la promozione della tua azienda, i post che pubblichi sul blog saranno probabilmente informativi. Cioè, saranno una risorsa gratuita per chi vuole maggiori informazioni sui tuoi prodotti.

– Funzionalità post correlati

Un’altra funzionalità utile che puoi implementare per dare maggiore visibilità ai tuoi contenuti e trattenere gli utenti sul sito, è quella per mostrare post correlati (cioè, i link ad altri articoli a fondo pagina).

Anche in questo caso, i plugin sono la soluzione più facile e veloce per implementare la funzionalità. Qui ne trovi una selezione.

– Inserimento Box Autore

Un dettaglio interessante per arricchire il tuo blog è il box autore. Questo elemento serve a mostrare informazioni sulla persona che scrive i post per il blog.

Puoi aggiungere anche il box autore mediante l’installazione di un plugin. Ne trovi una selezione qui.

Social Author Bio plugin per inserire box autore

13. Configurazione menu di navigazione del sito:

Il prossimo passo per creare un sito web vetrina + blog in WordPress, è la configurazione del menu di navigazione. Ora è il momento giusto di lavorare su questo aspetto: hai infatti già creato le pagine ed il blog e potrai inserirne i link nel menu.

Naviga in Aspetto > Menu, scegli un nome per il tuo menu ed infine clicca “Creazione Menu”.

Quindi, trascina le pagine nello stesso ordine in cui vuoi che siano visualizzate sulla pagina.

Infine, assegna il menu che hai creato nella posizione desiderata.

Fatto questo, la barra di navigazione sarà visibile sul tuo sito live. Se vuoi seguire un guida su come creare un menu, segui questo link.

14. Configurazione finale della Homepage:

Siamo ora arrivati ad un punto cruciale del tuo progetto: cioè, la configurazione dell’homepage.

La pagina iniziale è il tuo biglietto da visita, è la prima cosa che le persone vedono quando accedono al tuo sito. Per questo motivo deve essere esteticamente bella, funzionale e contenere tutti gli elementi necessari per permettere agli utenti di navigare agevolmente all’interno del sito.

La maggior parte dei siti web vetrina, hanno un homepage contenente uno slider (uno slider è un elemento con immagini scorrevoli di grandi dimensioni).

Uno dei plugin in assoluto migliori per creare slider è Slider Revolution. Ha un aspetto senza dubbio professionale e tantissime opzioni.

Per scoprire quali sono gli altri elementi che non possono mancare sulla homepage, leggi questo approfondimento.

15. Collegare il sito alle pagine Social:

Facciamo un punto della situazione. Finora, abbiamo configurato il tema, creato le pagine statiche, creato il blog, il menu ed abbiamo configurato la homepage.

Siamo arrivati ad un’altra fase molto importante di questa guida su come creare un sito su WordPress. Collegheremo infatti il tuo sito ai social network.

Per prima cosa, se non li hai già, crea i profili social per la tua attività sui principali social (Facebook, Twitter e Google+). Quali social decidi di usare, dipende ovviamente dalla natura della tua attività e dal tempo che avrai per gestirli. Per esempio, altre piattaforme estremamente utili sono anche LinkedIn (per trovare contatti professionali), Instagram (per connettere con il pubblico più giovane) e Pinterest.

Quando hai creato i tuoi profili social, dovrai collegarli al sito. Qui trovi i 10 migliori plugin social per WordPress.

Se il tuo pubblico è molto attivo su Facebook, ti consiglio anche di inserire i commenti Facebook in fondo ai tuoi post. Per il tutorial su come farlo, clicca qui.

cosa sapere sui social newtork

16. Configurazione delle aree sidebar ed utilizzo dei widget:

Parliamo ora di widget. I widget sono elementi che appaiono nella sidebar (la sidebar è una sezione verticale che puoi scegliere di far apparire sulla destra o sulla sinistra del tuo sito).

La sidebar viene configurata in Aspetto > Widget. Qui puoi trascinare i vari elementi e riposizionarli come preferisci.

Per suggerimenti su quali elementi mettere nella sidebar, leggi questa guida.

Widget in Sidebar WordPress

17. Configurazione del footer:

Dopo la sidebar, un’altra sezione importante su cui lavorare è il footer (questa è la parte inferiore del tuo sito).

Assicurati di non trascurare il footer: seppur non sia la parte centrale e più importante delle tue pagine, deve essere curato con attenzione. Esistono infatti delle convenzioni e gli utenti si aspettano di trovare determinate informazioni in questa sezione.

Mi riferisco, per esempio, alle informazioni di contatto, alla nota relativa al copyright dei contenuti ed alla P.IVA della tua attività.

Nella maggior parte dei casi, i temi WordPress di ultima generazione permettono di configurare il footer come un’area widget.

Anche in questo caso, potrai trascinare gli elementi nella posizione desiderata.

18. Collegare Google Webmaster Tools e avviare l’indicizzazione del sito:

Stiamo arrivando alla fasi finali di questa guida su come creare un sito web vetrina + blog in WordPress.

Tutte le sezioni chiave ed i contenuti principali del tuo sito sono ora pronti. Dobbiamo quindi prepararci al lancio :)

Per prima cosa, ricordati di rimuovere la spunta dalla voce “Scoraggia i motori di ricerca ad effettuare l’indicizzazione di questo sito” e disabilitare il plugin per la manutenzione del sito. Vogliamo infatti che i motori di ricerca siano in grado di accedere alle tue pagine ed inizino ad indicizzarle.

Oltre a permettere ai robots di Google & Co. di accedere ai tuoi contenuti, dobbiamo adottare un approccio più attivo. Questo significa notificare che il tuo sito è live ed indicare quali pagine lo compongono.

Per prima cosa, crea un account su Google Webmaster Tools. Questa è la piattaforma dove potrai monitorare lo status del tuo sito rispetto agli indici Google, e se ci sono errori o problemi di alcun tipo.

Quando hai aggiunto il tuo sito a Webmaster Tools, installa su WordPress il plugin Google XML Sitemaps.

Questo strumento serve a generare una Sitemap (cioè, una lista di tutte le pagine del tuo sito). Una volta generata, puoi segnalare l’URL della Sitemap a Google attraverso i WebMaster Tool. Facendo questo, invierai effettivamente una richiesta di indicizzazione.

Per approfondire questo argomento, leggi la guida su come indicizzare un sito su Google.

19. Collega Google Analytics a WordPress:

Questo è un aspetto tralasciato da molti, ma veramente importante.

Per avere successo online, è importante che tu conosca tutte le statistiche del tuo sito. Monitorando regolarmente traffico, durata delle visite, provenienza degli utenti… avrai infatti a disposizione molte informazioni per affinare al meglio la tua strategia online.

Quindi: collega quanto prima il tuo sito WordPress a Google Analytics. Puoi farlo mediante l’inserimento del codice fornito sul sito di Analytics stesso, oppure installando il plugin Google Analytics by Yoast. Segui la nostra guida per farlo immediatamente.

Google Analytics By Yoast

20. Esegui l’attivazione di un plugin di caching:

Infine, l’ultimo passo di cui parlerò in questa guida su come creare un sito web su WordPress riguarda il tempo di caricamento delle tue pagine.

Ci sono tanti modi per rendere più veloce il tuo sito WordPress. La funzionalità che ti consiglio di implementare quando prima (ma dopo che hai finito di configurare il tuo sito) è quella di caching.

Dopo che avrai attivato un plugin come WP Super Cache, saranno generate copie statiche delle tue pagine. Queste verranno poi visualizzate sul PC di chi visita il tuo sito molto velocemente.

Fatto questo, il tuo nuovo sito è pronto per essere lanciato, promosso sui social media ed utilizzato dagli utenti.

Conclusione

Probabilmente incontrerai molti altri aspetti su cui lavorare, specifici alle funzionalità che vuoi implementare sul tuo sito o al tema che stai utilizzando.

In questa guida ti ho però voluto fornire una guida generale in cui sono presentati tutti i principali passaggi da compiere, nell’ordine corretto.

Se hai altri dubbi, ti suggerisco di cercare all’interno del blog altre guide specifiche (ad oggi ce ne sono oltre 240!), inviarmi un messaggio o lasciare un commento qui sotto.

Ora non mi resta che augurarti buon lavoro.

Vuoi creare un blog?

Se vuoi il supporto e l’assistenza di un team tecnico professionale, a prezzi accessibili e sempre disponibile, fissa con noi una call gratuita per spiegarci tutte le tue esigenze.

Andrea Di Rocco

Andrea Di Rocco

Ciao! Sono Andrea, il webmaster di SOS WordPress. La mia missione è di aiutarti a diventare autonomo nel creare il tuo sito web, posizionarti sui motori di ricerca e guadagnare online grazie al tuo progetto. Oltre a questo voglio far si che tu spenda il minor quantitativo di soldi e tempo mentre raggiungi i tuoi obiettivi sul web. Conosciamoci nell'area commenti di questo articolo!
Andrea Di Rocco

Latest posts by Andrea Di Rocco (see all)


PROMOZIONE HOSTING WORDPRESS SITEGROUND

SiteGround - Miglior hosting per Wordpress
49 commenti
  1. dice:

    Ciao Andrea, ho un problema, ho un sito wordpress installato su Aruba, devo modificare il sito aggiungendo pagine e contenuti di testo.
    Accedo tranquillamente ad entrare nella gestione del mio host ma non riesco più ad accedere al sito per effettuare le modifiche.
    Puoi aiutarmi?

    Rispondi
      • dice:

        no, nessun messaggio di errore.
        Forse però non mi sono spiegato bene. Il problema è a monte, ho l’accesso ad aruba, ma non riesco a lavorare con WordPress.
        Il sito è stato creato in WordPress da altri, utilizzando Aruba come host.
        Come posso collegare WordPress al database e a tutti i dati presenti su Aurba?
        Devo installare nuovamente WordPress?

        Rispondi
        • dice:

          Ciao Luca,
          in che senso non riesci a lavorare con WordPress?
          Se WordPress è stato installato, è stato anche installato anche un database.

          Rispondi
  2. dice:

    Ciao Andrea,
    devo aprire un sito e-commerce multilingua di articoli artigianali,per l’acquisto dell’hosting stavo valutando Siteground ma mi propone tre pacchetti e non riesco a capire tra i tre quale è ideale per il mio sito.
    Cosa mi consigli?
    Grazie in anticipo

    Rispondi
  3. dice:

    Consiglio…
    Devo creare un sito che parla di piante, la struttura è semplice, come se fosse un libro..
    Devo creare un menu sulla sinistra con l’elenco delle piante e cliccando sul nome della pianta si apre la pagina con foto e descrizione….
    In questo caso è meglio creare tutte pagine e sotto pagine oppure Categorie ed articoli?
    Grazie Michele

    Rispondi
  4. dice:

    ciao andrea volevo chiedertiun consiglio. sto facendo il sito per la mia nuova attività che tratta vendita caffè. adesso non so che tema scegliere mi potresti dare una dritta? grazie anticipatamente

    Rispondi
    • dice:

      ciao Andrea grazie x la risposta immediata,volevo chiederti un’altra cosa il sito in questione deve essere un biglietto da visita non un e-commerce cioe’ mi spiego meglio i prodotti si devono vedere tutti ma non sono vendibili online. Devo prendere in considerazione sempre enfold? per questo sistema appena citato grazie anticipatamente

      Rispondi
        • dice:

          ciao andrea come sempre molto gentile nelle tue risposte, stavo guardando il tema avada e volevo sapere se cè l’opzione x cambiare l’immagine favicon,potresti aiutarmi.

          Rispondi
            • dice:

              Ciao Andrea scusami se continuo a farti domande sui vari temi,non vorrei sbagliarmi sull’acquisto se scelgo il tema avada e istallo il plugin woocommerce disattivando la voce vendita online x usarlo solo da far vedere i prodotti posso inserire un numero illimitato di prodotti? oppure sono vincolato ad un certo numero,perche il mio catalogo e molto vasto grazie anticipatamente

              Rispondi
  5. dice:

    Ciao Andrea,
    vorrei creare un form “registrati” in cui recuperare dati dei miei possibili clienti. Posso farlo attraverso wordpress?Come?
    grazie mille!

    Rispondi
  6. dice:

    Ciao,
    guida interessante. Vorrei seguirla passo passo, ma ho un problema. Prima di trovarla ho provato, tanto per iniziare, direttamente dal portale wordpress.com, con un piano free, per capire di cosa si trattasse. L’unica cosa che ho fatto è stata acquistare il dominio direttamente dal portale. Quindi se ora utilizzassi siteground, o qualsiasi altro portale, non avrei a disposizione il dominio, perché l’ho già acquistato altrove. Ad occhio credo di avere 3 possibilità:
    1) ricomincio da capo su siteground con un altro dominio;
    2) provo a seguire la guida ma dall’interno di wordpress.com (sempre che sia possibile);
    3) provo ad utilizzare il dominio che ho acquistato su wordpress.com da un’altra parte, come siteground (sempre che sia possibile);

    sulle ipotesi 2 e 3 ho forti dubbi perché non ho idea di come fare, ed ho il sospetto che utilizzare wordpress.com con questa guida abbia dei limiti. Per esempio credo che non si possano installare temi esterni.
    per quanto riguarda l’utilizzo di un dominio comprato su wordpress, proprio non ho idea se sia utilizzabile da un’altra parte. Come mi consigli di procedere?

    Rispondi
  7. dice:

    Ciao Andrea,
    ho provato attraverso Adsense ad inserire pubblicità al mio blog ma mi dice che WordPress non è abilitato
    posso risolvere in qualche modo?
    grazie mille
    Paola

    Rispondi
  8. dice:

    Ciao Andrea,

    Volevo chiederti se fosse possibile accedere e quindi modificare il codice di una singola pagina del sito generato con WordPress.

    Grazie,
    Francesco

    Rispondi
  9. dice:

    Ciao Andrea,
    perdonami, ho un po’ di problemi/dubbi col punto 11:
    1) premesso che non avevo creato la pagina Home del mio sito, ora che provo a farlo mi accorgo che è impossibile impostare il permalink come http://www.miosito.it (mi si aggiunge sempre qualcosa, diventando ad es. http://www.miosito.it/home);
    2) una volta risolto il problema precedente (io voglio che la mia pagina Home sia http://www.miosito.it), non ho capito una cosa: la mia pagina iniziale sarà identica alla mia pagina Blog? Sul Sos Worpress non è così, e mi piace.
    3) in Aspetto > Personalizza mi trovo scritto: “il tuo tema supporta una pagina iniziale statica”. Bene, come si fa se io voglio pubblicare dei post nella pagina Blog e altri nella pagina News? Si può fare?
    Ti ringrazio in anticipo per la gentile e provvidenziale risposta che mi darai!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *